• slider test 01

    Lo sviluppo delle potenzialità è Evoluzione

  • Lo sviluppo delle potenzialità è Evoluzione

    Se hai una difficoltà
    o pensi di averla in
    futuro questo è il modo
    più potente per
    iniziare ad ottenere risultati

    Alessia Mortilla

  • home3

    Talvolta è inverno non per cause ambientali ma per chi sei.
    Trova il calore dentro di te e tornerà l’estate

    Alessia Mortilla

  • home4

    Ama tuo figlio per quello che è, non per quello che fa.
    Il suo essere è il dono più importante

    Alessia Mortilla

  • home5

    Il futuro dipende da quello che facciamo
    nel presente

    Mahatma Gandhi

  • home6

    Prendete in mano
    la vostra vita
    e fatene un capolavoro

    Giovanni Paolo II

  • home10

    La cosa migliore
    che possiamo dare
    ai bambini, oltre alle buone abitudini,
    sono i buoni ricordi

    Sidney Harris

  • home11

    Tutti i nostri sogni possono diventare realtà se abbiamo
    il coraggio
    di perseguirli

    Walt Disney

  • home12

    L'esperienza non è quello che succede
    a un uomo;
    è quello che un
    uomo realizza
    utilizzando
    quello che gli
    succede

    Aldous Huxley

CONVEGNO 30 APRILE 2013

CONVEGNO Scuola, Famiglia e Giovani: Soluzioni ad un Disagio Diffuso

Martedi’ 30 Aprile 2013 alle ore 17.00 Presso la Sala Gianfranco Imperatori – Piazza Venezia, 11 – Roma
001



Galleria Fotografica del convegno

PROGRAMMA

16.30        Registrazione Partecipanti

Presenta: Paola Zanoni Giornalista, Conduttrice TV

17.00     Apertura Lavori:

Presiede: On. Giordano Tredicine Presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia

Saluto Autorita’

Introduzione

Emilio Mortilla Unesco Commissione DESS

Interventi:

Istruzione Pubblica Convitto Nazionale Emilio Fatovic Rettore Istituto Gesu’ e Maria Rocco De Maria Dirigente Scolastico Istituto Lucrezio Caro Anna Rita Tamponi Dirigente Scolastico

Natale Fusaro Criminologo

Associazioni

Genitori, Insegnanti, Bambini e Ragazzi Moige: Maria Rita Munizzi Presidente Peter Pan Onlus: Gian Paolo Montini Dir. Generale Amps: Donatella De Caria

Beatrice Fazi Madrina dell’Associazione Ramona Badescu Madrina dell’Associazione

Il Progetto

Dal Coaching Professionale al Coaching Sociale: Soluzioni ad un Disagio Diffuso Alessia Mortilla Presidente Associazione Internazionale Children and Family Coaching Onlus

19.30     Dibattito e chiusura Lavori

Interventi

On. Gianni Alemanno

Sindaco di Roma

On. Maria Stella Gelmini

Segue Aperitivo sulla Terrazza G. Imperatori

 COMUNICATO STAMPA

Convegno: Scuola, Famiglia e Giovani:soluzioni ad un disagio diffuso Sala G. Imperatori – Piazza Venezia, 11 Roma, 30 Aprile 2013- Ore 17,00

Istituzioni, Dirigenti scolastici, Associazioni di genitori, Magistrati e criminologi si confrontano sul tema del disagio giovanile. Un malessere sempre più diffuso nelle nuove generazioni, che si sostanzia nel disagio e nella disaffezione allo studio con un crescente numero di abbandoni anche nella scuola dell’obbligo. Un disagio che registra, in una percentuale sempre più rilevante, fenomeni di bullismo, assunzione di alcol e sostanze d’abuso, anoressia e bulimia, microcriminalità ed il nuovo e preoccupante fenomeno della dipendenza informatica. In Italia 1 adolescente su 5 non va a scuola e non lavora. Appena il 22,2% dei giovani di età compresa fra i 15 ed i 19 anni hanno una scolarizzazione secondaria. L’Italia è fra gli ultimi posti, in quanto a livelli di scolarizzazione, fra tutti i paesi industrializzati. Questa problematica coinvolge la scuola ed i suoi operatori, la famiglia e la società tutta perché determina e concretizza le aspettative ed il futuro delle nuove generazioni. D’altra parte, non possiamo pensare che la crisi, che da anni attanaglia il nostro Paese e le difficoltà in cui tante famiglie si dibattono, non abbia influenze sulla fase evolutiva dei giovani. Il sentire, ogni giorno, che la disoccupazione giovanile ha raggiunto il 38,7%, che anche i laureati non trovano un posto di lavoro, che 2,8 milioni di giovani fanno lavori precari, che nel loro futuro non avranno gli istituti previdenziali e sanitari di cui oggi fruiscono i loro nonni, non sono certo aspetti motivanti o che incoraggino i giovani verso un impegno scolastico e sociale foriero di un migliore futuro. In questo scenario di crisi, che vede coinvolti tutti gli aspetti della vita politica e sociale del Paese, rischiano di prevalere modelli di riferimento effimeri e devianti o reazioni di ripulsa e ribellione. Non aiuta certo il fatto che, con una spesa per l’istruzione pari al 4,4% del PIL, l’Italia si collochi al 21° posto tra i paesi UE e, purtroppo, nuovi tagli di spesa sono all’orizzonte. Ma quanto costa l’INCULTURA? Nel nord Europa si investe nella formazione scolastica 2, 3 punti in più di PIL e se ne vedono ampiamente i frutti. Come reagire e come aiutare i giovani a trovare le giuste motivazioni, valori ed sani obiettivi? Oggi prevalgono gli aspetti che, da una parte privilegiano gli interventi psicologici e pedagogici e, dall’altra, gli interventi coercitivi o rieducativi che passano attraverso i disposti della magistratura. Per tali ragioni, questi interventi sono limitati ai casi più eclatanti e che spesso riguardano la microcriminalità. Ma il disagio è così diffuso da richiedere interventi più ampi e coordinati fra la componente genitoriale, quella scolastica e gli stessi giovani, siano essi bambini o adolescenti. Negli USA sono state applicate con successo le tecniche del Coaching, fino ad ora riservate e diffusamente utilizzate dalle Aziende, dai top manager aziendali, politici, dal mondo dello sport competitivo e da soggetti in posizioni apicali della scala sociale. Su questa opportunità si basa il progetto,innovativo ed unico in Italia, presentato dalla costola italiana dell’Associazione Internazionale “Children and Family Coaching Onlus” e che ha suscitato molto interesse sia a livello istituzionale che delle varie componenti coinvolte nel progetto. La Onlus si propone di supportare, proprio attraverso gli strumenti del Coaching, i giovani, i genitori e gli educatori nel miglioramento dei loro rapporti, della loro comunicazione, nella formazione e nello sviluppo delle potenzialità, non solo come singole unità separate ma facenti parte di un contesto più ampio ed interconnesso. Il progetto si svilupperà, in tutta Italia,  in una serie di incontri nelle scuole e nei territori al fine di offrire, a genitori ed educatori, gli strumenti di approccio necessari per aiutare i figli e gli alunni a sviluppare potenzialità e determinazione oltre alla capacità di evitare o affrontare le varie manifestazioni del disagio giovanile.

  • Interventi

  • On.le Gianni Alemanno
  • Sindaco di Roma
  • On.le Giordano Tredicine
  • Presidente Commissione Politiche sociali e Famiglia.
  • Signora Beatrice Fazi
  • Testimonial dell’Associazione
  • Signora Ramona Badescu
  • Delegata del Sindaco per la comunità romena
  • Prof.Avv. Natale Fusaro
  • Criminologo
  • Prof. Emilio Fatovic
  • Rettore del Convitto Nazionale
  • Prof.ssa Anna Rita Tamponi
  • Dirigente scolastico – Istituto Lucrezio Caro
  • Prof. Rocco De Maria
  • Preside – Istituto Gesù e Maria
  • Dott.ssa Maria Rita Munizzi
  • Presidente MOIGE
  • Dott. Gianni Nicolì
  • Responsabile Ufficio Scuola AGE
  • Dott. Gianpaolo Montini
  • Direttore Generale Peter Pan Onlus
  • Dott. Roberto Gontero
  • Presidente AGEC
  • Dott.ssa Nadia Accetti
  • Presidente DonnaDonna Onlus
  • Dott. Giuseppe Triste
  • Presidente Fiaba
  • Avv. Donatella De Caria
  • Presidente AIEPAF e Referente AMPS
  • Introduzione e moderazione:

  • Prof. Emilio Mortilla
  • UNESCO – Commissione DESS
  • Presenta

  • Dott.ssa Paola Zanoni
  • Giornalista

            SCARICA IL PROGRAMMA            

Condividi su:
SEGUICI SU:
facebook
twitter
google plus
linkedin
youtube